Crea sito

2013

Romania, preparazione e viaggio.

Ebbene si, dopo un periodo sabbatico dove le vacanze "lunghe" le ho spese in camper, riprendo la vecchia abitudine di  utilizzare la moto per le circa 2 settimane di ferie "agostane".

Sono stato molto indeciso sulla direzione da prendere ma alla fine ho dato seguito ad un'idea che mi "rodeva" da almeno 1 anno. Romania. Da solo? Si, da solo.... Quanti hanno cercato di sconsigliarmi di non andare ed hanno storto il naso alla mia decisione e devo dire che, fino al momento di accendere la moto il mattino della partenza, un pò di timore lo avevo.....poi è passato! 

Andata via Slovenia, Croazia con fermanta a Zagabria, Serbia con pernottamento a Kovin, circa 2500 Km in territorio rumeno e ritorno via Ungheria e Slovenia. 

Questo, in linea di massima, il percorso che vorrei fare (l'immagine si può ingrandire).

La prima tappa, dopo una breve e quantomai ristoratrice sosta a Zagabria, è in Serbia a Kovin, appena passata Belgrado, ad una cinquantina di Km dal confine Rumeno. 

Da li la mia meta sarà Targu Jiu, costeggiando inizialmente il Danubio fino ad Orsova e portandomi poi all'interno. Da vedere in questo tratto c'è "solo" natura (e dici poco?), il "Monasterio de Santa Ana", le centenarie terme a Baile Erculane. Continuando per questa strada si passa per un Parco Nazionale.

I Km scendono a 330 rispetto ai 430 previsti in prima battuta....(vedi sotto)

 

La terza tappa viene modificata, come potete vedere qui sotto, proseguendo per un'altro Parco Nazionale verso Nord passando per la "transalpina"...ne avevo sentito parlare ma non ero a conoscenza di dove fosse e, casualmente...... 

Passerò comunque per Alba Julia, ovvero, deciderò all'ultimo se fare una piccola deviazione o meno in base al tempo impiegato nel tratto di strada....anche qui di circa 350Km.

12 agosto:

Ed eccomi qui, a Kovin dopo 830 km.

Poco da raccontare visto che il percorso e' stato fatto quasi totalmente in 'autopalle'... Devo dire che la stanchezza maggiore non e' stata per la strada ma per cercare di uscire da Belgrado nonostante il navigatore.....

La Croazia del nord e' un  territorio piatto, la Serbia pure, e la temperatura ed il vento caldo si facevano sentire.....diverso e' il discorso della Slovenia, tutto ondulato e piacevole. Zagabria poi una chicca!

13 agosto:

Mi spiace ma con la tablet non riesco ad inserire foto in questo sito....le potete vedere in Facebook.

Ho coniato un nuovo termine per le strade rumene....non serve cercare lo sterrato....e' lo sterrato che trova te!

A parte tutto la strada che ho fatto lungo il Danubio e' fantastica se non fosse per le frequenti interruzioni per la sistemazione della medesima.....i tempi di percorrenza si allungano. Sono in ottime condizioni solo quelle strade di grande percorrenza ed alcune di particolare interesse paesaggistico....come quella che porta da Baile Erculane a Targu Jiu....inizialmente e' da piangere, con una moto da strada, ma quando inizia a salire...tutta un'altra cosa. Curve e controcurve da fare invidia alle nostre migliori strade in mezzo ad un parco naturale che ho 'battezzato' col nostro logo....evvai, il primo in terra rumena......DRUM BUN!

Dimenticavo...ho fatto il primo assaggio di cucina tradizionale. Teste di porcini ai ferri con formaggio gongorzola fuso al loro interno e filetto di manzo...2 birre non filtrate, caffe'.....13 €...non male.....

14 agosto:

Agli amanti del tassellato, qui avete pane per i vostri denti...come detto ieri, non cercate lo sterrato...vi trovera' lui! 

La notte scorsa i Carpazi si son fatti sentire e la pioggia ha rinfrescato l'altopiano....oggi partito di mattina presto perche' c'era in programma la 'transalpina'....citata e trovata per caso e' un'autentica meraviglia. Si sale fino ad oltre 2000 m con un susseguirsi di tornanti da brivido! Alcune foto le troverete, come detto, su Facebook....

https://www.facebook.com/media/set/edit/a.10201612517064793.1073741825.1534459505/

Dopo la discesa un traffico intenso mi ha fatto desistere dal recarmi ad Alba Julia ed ho girato per Sibiu. Anche qui difficolta' nell'orientarmi e stavo per perdermi la meravigliosa piazza ed il 'liston'...

Oramai e' ora di sistemarmi in albergo con doccia e pronto per la cena quindi....punto il muso verso Sighisoara. Coccola, davvero....e quitrovo anche un torpedone di milanesi....

Questa sera un tet a tet con la ciorba de vacia e poi di secondo vediamo.........

15 agosto:

Ferragosto con pioggia...alle 6 tuoni e scrosci, e menomale che volevo partire presto...comunque, piogerellina alla partenza tanto che decido di non utilizzare la tuta da sub :-) ... nebbia invece all'inizio della salita per la Trans........ecco, quella (me la ricordero' mai?) che si dirada man mano che si sale

Un inciso: Durante la salita e discesa ho fraternizzato con motociclisti austriaci, rumeni e perfino della rep. ceca.......2 moto italiane, neanche farlo a posta BMW, manco cagato.......dritti col vento in poppa. Menomale che ho degli amici con queste moto che NON sono cosi' altrimenti direi che sono tutti s..... sssst, non si dice!

Torniamo a noi. E' ormai una moda questa strada ma, sara' per il tempo, ma non la trovo cosi' eccezionale, preferisco 100 volte la transalpina, quando sara' tutta finita sara' una figata.

Ancora ancora il lato nord si salva, ma il fondo del sud meriterebbe una revisione profonda......amanti del tassellato.....andate in Romania, questa si che e' vera 'avventura'.......

Nel tardo pomeriggio arrivo a Bucarest pronto a tuffarmi tra le stradine della citta' vecchia, oramai rinomata sede di tutto quello che e' la movida rumena. 

16 agosto:

Giornata dedicata a bighellonate per Bucarest...

http://www.facebook.com/roberto.scuteri/media_set?set=a.10201635512919675.1073741826.1534459505&type=3

...in serata ancora a passeggio e cena in Lipscani e laterali...spettacolo garantito!

17 agosto:

Oggi, il mio naso, mi ha portato a fare due strade strepitosa...una di circa 70 km di curve su strada ben asfaltata e larga che porta da Valenti de Munte a Brasov,,,,,avete presente 14 tornanti + altri 4 dove non riesci a salire di marcia che subito la devi togliere? Ecco.....la seconda e' quella che porta da Rasnov a Poiana Brasov e scende poi a Brasov.

Brasov, bella e gustosa citta' per il turismo estivo ed invernale. Un bellissimo centro, ed una chiesa nera sovrastata da una torre anch''essa nera...epoi visita doverosa al castello di Bran dove, da quando hanno detto che non e' il castello del conte....ha perso di poesia per quanto sia comunque bello, inespugnabile e ben conservato.

18 agosto:

Bella giornata oggi, fresca ma con un bel sole...giusta per visitare 2 tra le piu belle e rappresentative chiese fortificate sassoni....Harman e Prejmer...meraviglioso! Peccato che di domenica non le facciano visitare all'interno. Fregato!

Pazienza, mi rifaccio con la natura....sara' mica chiusa anche quella! La strada e' quella che porta alle gole di Bicaz e diventa bella da Miercurea-Ciuc a Gheorgheni e, se non fosse per il fondo non sempre decente, fino a Bicaz. Sono a meta' dei km previsti ed ancora ho voglia divedere parecchie cose. Sono entrato nella regione della Moldavia e domani ci saranno i monasteri......

19 agosto:

Tranquillita', serenita', fiori, silenzio, pulizia...sembra un ambiente etereo, fuori dal tempo e dallo spazio. I monasteri sono cosi' ma qui, in particolare, raccolgono anche una parte di storia che si sviluppa dai primi del '400 ad oggi.

Iniziamo con Varatec, vicino a Targu Neamt, il piu' grande dei 2 in questa zonza, il giardino piu' bello e curato. Il monastero e' grande pulito e bianco, un'oasi. Agapia e' il secondo, un po' piu' piccolo ma  ugualmente curato. Entrambi  sono del l'800 e con dipinti interni di grande valore.

Dragomirna, vicino a Suceava, e' imponente con le sue mura datate 1606. Ha una raccolta di testi miniati sorprendenti. L'interno della chiesa ha dipinti e pale argentate di pari valore delle precebenti.

Di seguito la visita a 3 monasteri con chiese dipinte...una rarita' in quanto questa caratteristica e' sorta e scomparsa in brevissimo tempo. Suceavita, Moldovita (splendida la strada tra queste due) e Voronet.

Oggi ho fatto l'esperienza di viaggiare senza navigatore, semplicemente chiedendo quando non ero sicuro...cortesia e precisione, nella loro lingua, da parte di tutti.....bello!

20 agosto:

Oggi ho scelto una strada che mi portera' al cospetto della chiesa con la piu' alta guglia in legno d'europa....e vi pare poco? La strada si dimostra quasi da subito ostica, a parte i primi 50 km fatti in allegria poi sara' tutta una sofferenza. E' stata piu' che brava la mia Breva perche' non si e' scomposta di un niente ed ha assorbito tutte le angherie dell'asfalto che neanche le mie chiappe sono riuscite a fare....e mi ha anche detto che, d'ora in poi, non accettera' piu' nessun giudizio o critica da parte di BMW che non abbiano fatto queste strade!

A parte questo lo spettacolo del panorama e le chiese meritano la sofferenza....ora sono a Baia Mari...niente di che....piccolo centro....domani saltero' una tappa...troppo ravvicinate.

Dimenticavo! Per strada ho incontrato 2 coppie di bergamaschi che dal Pireo risalivano Grecia, Bulgaria ed ora Romania, insomma un bel giro...dopo uno scambio di opinioni ci siamo accorti che dovevamo fare la stessa strada....a quel punto improvvisamente si sono sganciati e mi hanno fatto capire che potevo anche andare.....indovinate che moto avevano?

21 agosto:

Oramai l'ambiente Romania volge altermine e, sfortuna vuole, mentre mi appresto a visitare il centro di Cluj Napoca (traffico impressionante) e' iniziato a piovere e non si vedeva traccia di schiarite...per cui ho fatto rotta per Oradea.

Stavo quasi pensando che quanto avevo letto non rispondesse al vero quando, girato il fatidico angolo, mi si presenta quello che mi aspettavo...edifici di influsso austrungarico...molti gia' ristrutturati, altri in via...e da ditte italiane...

Come dicevo, il viaggio volge al termine...domani saro' in quel della Croazia e venerdi' a casa...ho letto che la nostra presenza, come viaggiatori, influisce comunque sui luoghi visitati. Spero di essere entrato in punta di piedi, di aver rispettato i loro usi e costumi e di aver saputo separare i miti dalla realta' del paese. Detto questo porto a casa, e nel cuore, un viaggio in un paese dai mille aspetti su strade a volte liscie a volte scontrose...ma il viaggio piu' importante e' quello fatto dentro di me come ben sa chi si e' trovato almeno una volta a viaggiare da solo......forse non aggiungero' altro...o forse si, vedremo domani. Alla prossima. 

Ringraziamenti:

Innanzi tutto voglio ringraziare chi con pazienza ha aspettato il mio ritorno, compreso s'intende il mio cane Ercole.

Successivamente voglio ringraziare il mio meccanico di fiducia dell'officina Guzzi di Treviso, Paolo che mi ha consigliato i pneumatici Metzeler Roadtec Z8 Interact...semplicemente perfetti come confort, tenuta (anche sul bagnato) e percorrenza di curva.

Conclusioni:

4318 km percorsi con 216, 26 litri di carburante per una media di  19,96 Km/l.

351,6€ di alloggio,  158,76€ per il vitto, 40€ di extra per un totale, compresa la benzina, di 862,89€.

Consumo olio irrilevante.

Inconvenienti: rottura della lampada faro anteriore.